Gruppo di Canale d'Agordo-Caviola

Data Costituzione: 1921
Forza del gruppo al 31/12/2013: Alpini 111 - Aggregati 16
Forza del gruppo al 31/12/2014: Alpini 107 - Aggregati 17
Forza del gruppo al 31/12/2015: Alpini 106 - Aggregati 18
Forza del gruppo al 31/12/2016: Alpini 104 - Aggregati 18
Forza del gruppo al 31/12/2017: Alpini 108 - Aggregati 19 

Capogruppo in carica
Follador Tullio - Via Z. Costoia, 26 - 32020 Caviola

Notizie storiche dal Gruppo
Il Gruppo Canale d’Agordo-Caviola, formatosi nel lontano 1921, risulta essere il primo Gruppo nato nella Provincia di Belluno, con la costituzione della Sezione, per volontà dell’allora Capitano Arturo Andreoletti combattente nella zona del S. Pellegrino nella Guerra 1915-18, che aveva come attendente Mansueto Fontanive di Forno di Canale.

Dalle cronache de “L’Alpino” ritorniamo ad aver notizie nel 1936: il Capo Gruppo di Falcade, Antonio Franco, volontario alpino della Compagnia “Feltre e Cadore”, medaglia d’argento al v.m., si diede da fare per la costituzione di un gruppo denominato “Val Biois” e che avrebbe dovuto raggruppare gli alpini di tutta la vallata. Era retto da un direttorio composto dal detto Franco, geom. Ugo Tognetti, Silvio De Biasio, Emilio Andrich e Gino Da Rif.

Si ritiene che Ugo Tognetti sia stato nominato Capo Gruppo allora come nell’ultimo dopoguerra. Nel 1939 il Gruppo contava 200 soci.

Negli anni cinquanta si era costituito il Gruppo “Vai Biois”, dal quale si staccaro­no prima Falcade, poi Vallada per formare Gruppi autonomi.

In questi anni il Gruppo si è distinto per aver dato il suo apporto, facendo fede al motto “di ricordare i morti aiutando i vivi” e precisamente nell’aiuto agli anziani. Il primo Capo Gruppo fu Eugenio De Rocco, al quale succedette Ugo Tognetti, innamorato della causa alpina. Dopo la sua morte gli succedette Giovanni (Nani) Busin di Caviola figura caratteristica della nostra associazione, come lo fu durante la naja da conducente.

Dal 1986 al 1990 Capo Gruppo fu nominato Enzo Salton e dal ‘90 al ‘94 Luigi Brancaleone, poi dal ‘94 al 2000 Ernesto Fenti, mentre nel dicembre 2000 a guidare il Gruppo di Canale-­Caviola è stato nominato l’alpino Luciano Crepaz. Tra gli impegni del Gruppo va ricordato nel 1978 a Canale d’Agordo il raduno dei reduci del Battaglione Belluno 1940-43. Poiché il paese è anche la culla del Papa Giovanni Paolo I, Albino Luciani, dopo la sua morte gli alpini della valle organizzarono una fiaccolata notturna in suo onore.

La “Canale - Venezia” nel novembre 1979 ebbe un notevole successo, con l’apoteosi finale in piazza S. Marco a Venezia.

Il Gruppo si è dimostrato attivo con la riparazione dei capitelli delle frazioni, ha offerto contributi vari alla Pro Loco, ai Vigili del Fuoco, per la realizzazione di manifestazioni a sostegno della ricerca delle malattie, per la ricostruzione del Monumento ai Caduti di tutte le guerre e nella riparazione dei sentieri di montagna.

Nell’ottica di entrare a far parte della Protezione Civile, un impegno notevole è stato dato a supporto della viabilità nel momento dell’emergenza frane sia in novembre 2000 che in gennaio 2001.
Stampa Gruppo di Canale d'Agordo-CaviolaInvia a un amico Gruppo di Canale d'Agordo-Caviola

Copyright ©2005-2017 Scp Srl. Tutti i diritti riservati. 
Website powered by QuickPortal

powered with Quick-Portal